Buon inizio in Valpolicella

Con il Rally della Valpolicella, disputato nei giorni 7 e 8 maggio, è scattata la 3ª zona della Coppa Rally di Zona ACI Sport.

Quella sulle strade veronesi è stata una due giorni che si è aperta con la pioggia a bagnare lo shakedown del venerdì, occasione in cui la gara ha rischiato di perdere fin da subito uno dei suoi protagonisti, con l'uscita di strada, causata dal fondo viscido, di Pietro De Tisi sulla gialla Škoda Fabia R5 di Balbosca. Al sabato il sole si è fatto presente per l'intera giornata, con le temperature decisamente più elevate a rimescolare le strategie provate nei passaggi del giorno precedente.

Fin dai primi chilometri era Luca Hoelbling, su Hyundai i20 R5 di S.A. Motorsport Italia, a regolare la concorrenza e mettere una seria ipoteca sulla vittoria finale, seguito dalla pattuglia di Škoda capitanate dalla Fabia Rally2 Evo di Efrem Bianco e dalla Volkswagen Polo GTI R5 di Giorgio De Tisi. Così fino al traguardo di Negrar, che incoronava il pilota veronese, in coppia con Federico Fiorini, vincitore sulle strade di casa.

Il gruppo delle vetture firmate GED era ben nutrito nell'appuntamento della Valpolicella, con i locali Denis Vigliaturo ed Ermanno Corradini, su Renault Clio S1600 di NewStar3, a partire con buone ambizioni di classifica. L'equipaggio scaligero ha corso una gara costantemente all'attacco e senza commettere errori che gli ha permesso di conquistare un'ottima 15ª posizione assoluta ed il secondo gradino del podio in classe S1600, alle spalle del sempre velocissimo Marco Gianesini sulla medesima vettura francese.

Luca Manera e Serena Mattivi portavano all'esordio il nuovo acquisto della trentina LM Sport: la Suzuki Swift Sport R1B. L'equipaggio di Destra4 Squadra Corse ha utilizzato la gara veneta per testare la piccola vettura giapponese, non di ultima generazione, ma in grado ancora di dire la sua nella classe Ra5N, di cui era l'unica rappresentante all'evento. Vittoria quindi scontata la loro ma ulteriormente impreziosita dal buon risultato in classifica assoluta che li vedeva posizionarsi al 64° posto, davanti ad auto di classe superiore.

Una bella sorpresa rivedere in gara la Suzuki Swift 1.0 Turbo, vittoriosa lo scorso anno nel CRZ con Roberto Pellè, nella rinnovata livrea del team Calibra Srl. La due ruote motrici giapponese era portata in gara dall'equipaggio trentino composto da Diego Tarlao e Giulia Tarlao, i quali sono riusciti ad ottenere un'ottima 67ª posizione assoluta ed il primato di classe Racing Start 1.0.


Foto di PhotoBriano
Foto di TimeFoto

Featured Posts
Search By Tags